Piazza della Libertà + Crescent
Architettura Contemporanea

PIAZZA DELLA LIBERTA'+CRESCENT

(Ricardo Bofill)

 

Nell’ambito delle grandi riqualificazioni urbane e del recupero delle aree “morte”, l’amministrazione nel 2008 ha commissionato all’arch. catalano Ricardo Bofill la realizzazione di un vasto progetto di recupero dell’area di Santa Teresa, un’area molto cara alla popolazione salernitana ma che dal dopoguerra fino ai primi anni ‘90 è stato uno dei maggiori simboli del degrado connesso alle attività portuali, fatto di magazzini e laboratori artigiani fatiscenti, spesso ai limiti delle più basilari norme di sicurezza.

 

Una prima rivalutazione dell’area si è avuta nei primi anni ’90 quando si avviò l’abbattimento delle strutture più fatiscenti poste immediatamente a ridosso delle Scuole Barra e, di conseguenza, non lontane dai giardini della Villa Comunale e dal restaurato Teatro Verdi, creando

così un’ampia area di parcheggio a servizio del Centro Storico e delle attività commerciali poste su via Porto, oltre che permettendo la realizzazione di una nuova strada poi intitolata a Sandro Pertini.

Interrotti per circa un decennio - in attesa di definire la destinazione dell’area - gli abbattimenti sono infine ripresi a seguito della presentazione del progetto di Bofill, eliminando quindi i rimanenti cantieri navali ancora presenti davanti alla spiaggia di Santa Teresa e procedendo con l’abbattimento dell’ex-Jolly Hotel delle Palme.

 

Nel grande spazio di fronte al mare, compreso tra l’arenile di Santa Teresa ed il Molo Manfredi (area liberata negli anni da manufatti fatiscenti), il progetto di Bofill prevede una piazza monumentale ad anfiteatro aperta sul mare e sul porto turistico di Santa Teresa (già esistente), un edificio a semicerchio chiamato tecnicamente Crescent, due torrette ai due estremi della piazza, un edificio destinato alla Capitaneria di porto, parcheggi sotterranei, un'area coperta per eventi e manifestazioni, una passeggiata lungo la spiaggia e la riva del mare, con negozi, bar, ristoranti, punti di ristoro per il tempo libero ed il divertimento.

 

Nell’ideazione del complesso, il progettista si è concentrato nel tentativo di non “mortificare” un’area di per se “monumentale”, su cui insistono edifici pubblici di rilievo come Palazzo di Città, l'edificio delle Scuole Occidentali (Barra), il Palazzo di Governo oltre che le edificazioni private in stile liberty realizzate nei primi anni del novecento come i palazzi Sorgenti degli Uberti, Centola, Edilizia e Natella e, anche se più distante e non in diretta comunicazione, l'ottocentesco Teatro Municipale Giuseppe Verdi.

 

Quello di Piazza della Libertà è uno dei più rilevanti interventi di riqualificazione urbanistica progettati negli ultimi venti anni dall’Amministrazione Comunale di Salerno, secondo per dimensioni solo alla Lungoirno, ed è certamente impostato per dare un nuovo volto alla porta di accesso principale della città: il Porto di Santa Teresa.

 

Indirizzo: Piazza della Libertà

Copyright © 2014 www.arcansalerno.com - riproduzione vietata

Designed by E45 Creative Design Studio