Torre del Cuore
Architettura Contemporanea

TORRE DEL CUORE

 

La moderna struttura ospedaliera del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, nata dalla fusione dei due ospedali plurisecolari cittadini (la fondazione del San Giovanni di Dio risale al 1183), è stata realizzata tra il 1959 ed il 1980 per ovviare alla mancanza di spazi adeguati come evidenzato dalla tragica alluvione del 1954.

 

Il complesso, uno dei più grandi e qualitativamente migliori complessi ospedalieri del Sud Italia, si estende su una superficie di oltre 150.000 mq, articolandosi in quattro edifici collegati tra loro da corridoi e ponti aerei.

L’ultimo dei questi quattro edifici è la Torre del Cuore, una moderna struttura i cui lavori sono iniziati nella prima metà degli anni ’90 e, tra alterne vicende di natura burocratica e giudiziaria, inaugurata nel 2008.

La torre ha un altissimo valore simbolico per la struttura ospedaliera salernitana poiché la sua realizzazione ha scandito anche i passaggi fondamentali della riattivazione della Facoltà di Medicina presso l’Università di Salerno, emanazione contemporanea di quella Scuola Medica Salernitana che ha cambiato il modo di intendere la medicina nel mondo occidentale, chiusa nel 1811 da Gioacchino Murat.

La sua realizzazione è stata fortemente voluta dall’attuale primario del dipartimento di cardiochirurgia dell’ospedale, il dott. Giuseppe Di Benedetto, ed è oggi una delle eccellenze tra le strutture specializzate italiane, di gran lunga la migliore nell’area meridionale oltre che la più attiva con oltre 850 interventi all’anno su pazienti che, nel 20% dei casi, provengono da fuori regione e che, nei 12 piani della torre, possono contare su 310 addetti, 12 cardiochirurgi, 30 cardiologi e 10 anestesisti.

 

Architettonicamente la struttura della torre presenta un forte cambiamento rispetto al passato dell’edilizia ospedaliera locale, con una impostazione molto anglosassone, concentrata sulla verticalità dei collegamenti piuttosto che sui lunghi percorsi orizzontali.

I massicci prospetti della torre, caratterizzati da grandi moduli prefabbricati, richiamano le architetture del movimento metabolista di Kenzo Tange. La percezione delle dimensioni varia molto al variare dei punti di osservazione, vincolati al variare delle verticali d’angolo sempre diverse. L’edificio, a pianta quadrata, è infatti caratterizzato nei suoi vertici da una pluralità di elementi: si va dall’ascensore panoramico in acciaio e vetro posto a nord-ovest, realizzato dalla storica azienda salernitana Paravia Ascensori, al complesso sistema cromato di canalizzazione degli impianti che attraversa tutta la facciata nei vertici sud-ovest e nord-est fino al sottile parallelepipedo delle scale di emergenza poste a sud-est.

 

Oggi la Torre del Cuore rappresenta il punto di partenza per costruire il nuovo ospedale, il cui progetto è stato presentato nel 2012, che andrà a sostituire gli edifici esistenti, ormai non più adeguati alle rinnovate esigenze di un moderno Ospedalie Universitario.

 

Indirizzo: Largo Città d'Ippocrate - via San Leonardo

Copyright © 2014 www.arcansalerno.com - riproduzione vietata

Designed by E45 Creative Design Studio