Architettura Contemporanea
Arte

L'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA A SALERNO

 

A partire dalla fine degli anni ' 80 si è cercato di dare alla città un'identità urbanistica, di porre rimedio all'assenza di una programmazione architettonica ed anche al problema della viabilità. Con questo intento si diede l'incarico all'urbanista catalano Oriol Bohigas di redigere un nuovo piano regolatore.

Dopo un lunghissimo iter burocratico ed infinite discussioni e polemiche, il nuovo piano (chiamato Piano Urbanistico Comunale come da disposizioni regionali) fu consegnato nel 2003 ed approvato nel 2006.

Centrale nel PUC è il mare quale principale risorsa della città nonché il cardine su cui ruota la sua identità. Si è quindi lavorato nel corso degli anni per liberare la costa da manufatti fatiscenti, arricchendo il litorale con nuovi approdi turistici, piazze e strutture ricettive. Tuttavia, il nuovo PUC risulta per molti aspetti un insieme di varianti al precedente piano regolatore, ed ha consentito di edificare nuove volumetrie nelle aree rimaste libere, lasciando invece la periferia ed i rioni collinari abbandonati, prevedendo un aumento dei vani abitabili nonostante il costante decremento demografico della città.

E’ altresì vero che, durante la lunga redazione del piano regolatore, si è dato il via ad una serie di opere il cui fondamento ideologico di base è lo stesso del Piano prospettato da Bohigas: in quest'ottica sono stati creati alcuni parchi urbani (il parco del Mercatello, il parco Pinocchio, il Parco urbano dell'Irno) e nuovi edifici polifunzionali al posto di impianti industriali dismessi posti in pieno centro. È stato inoltre parzialmente recuperato il centro storico con la restituzione alla città di importanti strutture come il complesso di Santa Sofia, Palazzo Fruscione, i Conventi di San Lorenzo e di San Nicola della Palma, il Conservatorio Ave Gratia Plena (oggi ostello della gioventù) e una parte dell'ex seminario arcivescovile.

Infine la metropolitana e l'arteria stradale detta Lungoirno, quest'ultima vera rivoluzione nei rapporti di connessione infrastrutturale tra centro e periferie.

A partire dagli anni novanta si sono poste le basi per un profondo rinnovamento dal punto di vista architettonico e urbano, con la realizzazione di numerosi progetti di architetti locali ma soprattutto di fama internazionale che hanno reso Salerno una delle città italiane più attive su questo fronte.

Cittadella Giudiziaria
Piazza della Libertà Crescent
Centro Polifunzionale ex-Comsa
Torre Cielo Alto
Arenile Santa Teresa
Stazione Marittima
Lungoirno
Centro Polifunzionale ex-ENEL
Torre Corten
Eden Park
Grand Hotel Salerno
Centro Direzionale di via Irno
Torre Orizzonte
Marina d'Arechi Port Village
Centro Direzionale di via Torrione
Torre del Cuore
Torri SMIC

Copyright © 2014 www.arcansalerno.com - riproduzione vietata

Designed by E45 Creative Design Studio