Convento di San Nicola della Palma
Conventi

CONVENTO DI SAN NICOLA DELLA PALMA

 

Il convento fu eretto dall'Abate Leone di Cava e dal castaldo Vivo i quali ottennero da Gisulfo II dei terreni ed un'abitazione nei pressi dell'antica Porta della Palma. In alcuni documenti del 1061, risulta l'esistenza di una chiesa dedicata a San Nicola.

Nel 1070 Leone era abate del Monastero della Santissima Trinità di Cava e del Convento di San Nicola che, dal 1079 divenne pertinenza della Badia di Cava.

Nel 1400 diviene proprietà dei Francescani Minori Osservanti che ampliarono la struttura verso ovest.

Nel 1816 divenne sede dell'Orfanotrofio che prese il nome di "Reale Ospizio di S.Ferdinando" e successivamente ospitò anche guarnigioni militari.

Con la nascita del Regno d'Italia venne confermata la sua funzione di Orfanotrofio maschile, intitolato in seguito ad Umberto I.

 

L'edificio, gravemente danneggiato dall'alluvione del 1954 e dal terremoto del 1980, è diventato proprietà del Comune di Salerno il quale ha provveduto, tramite finanziamenti Europei, a restaurarlo.

I lavori di restauro e gli scavi archeologici, conclusi nel 2013, hanno portato alla luce un antico impianto termale di epoca bizantina con impianto di riscaldamento ad ipocausto, ora facilmente visibile grazie alla pavimentazione in cristallo.

 

Nel settembre 2012, dopo la conclusione del primo lotto dei restauri, il convento è stato inaugurato ed è diventato sede dell'EBRIS (Istituto Europeo di Ricerche Biomediche di Salerno) guidato dal professore Alessio Fasano, docente dell'Università del Maryland, il cui scopo sarà la ricerca di cure per la celiachia e per i disturbi alimentari.

 

Indirizzo: via Salvatore De Renzi

Copyright © 2014 www.arcansalerno.com - riproduzione vietata

Designed by E45 Creative Design Studio