Monastero di San Francesco di Paola
Chiese

MONASTERO DI SAN FRANCESCO DI PAOLA

 

Il Monastero di San Francesco di Paola si erge nel rione Fusandola ed è attualmente in fase di restauro.

 

La storia della sua fondazione ruota intorno alla figura di San Francesco di Paola il quale fu ospite a Salerno, nel 1484, presso la residenza dei signori Capograsso, oggi Palazzo Carrara.

Giunto il momento di ripartire per raggiungere la Francia, si venne a trovare presso un tempietto posto sul muro di cinta occidentale della città. Secondo la leggenda, qui il santo si inginocchiò, pregò e poi disse a coloro che l'accompagnavano che in quel preciso punto doveva sorgere un monastero dell'Ordine dei Padri Minimi, a cui egli apparteneva. Nel 1516 il monastero e l'annessa chiesa furono ultimati e consacrati al santo, ma dell'antico tempio sorto nel luogo in cui il santo si raccolse in preghiera oggi non resta alcuna traccia.

L'edificio si presentava con un maestoso prospetto, ampi vani, celle, portici e chiostro ed era circondato da verdi giardini. I padri minimi si occuparono dell'assistenza agli infermi e della cura dei bambini esposti. Il convento fu dotato anche di una farmacia che riforniva il vicino Ospedale di San Giovanni di Dio.

 

Nel 1807, come la maggior parte dei luoghi di culto salernitani, fu chiuso per effetto delle leggi napoleoniche emanate da Gioacchino Murat ed il complesso, dopo esser stato comando militare fino ai primi anni del XXI secolo, risulta ancora oggi nelle disponibilità della Questura la quale ne ha promosso un totale restauro per adibirlo ad uffici dedicati alla gestione dei flussi migratori.

 

La statua di San Francesco, opera principale custodita nell'antica chiesa conventuale - di cui si riconoscono oggi le murature esterne sul prospetto ovest- fu salvata e trasferita nella vicina Chiesa della Santissima Annunziata.

 

Indirizzo: Piazza Matteo Luciani

Copyright © 2014 www.arcansalerno.com - riproduzione vietata

Designed by E45 Creative Design Studio