Architettura Sacra
Arte

ARCHITETTURA SACRA A SALERNO

 

Con la caduta dell'Impero Romano si avvia una lunga ed inarrestabile espansione del cristianesimo su tutto il continente europeo.

Questa espansione viene portata avanti soprattutto attraverso la fondazione, dal IV secolo d.C., degli ordini religiosi (benedettini, cistercensi, certosini...) i quali hanno portato avanti l'opera di evangelizzazione soprattutto attraverso la fondazione di luoghi di culto quali chiese, monasteri, conventi, santuari, cappelle, abbazie.

 

Salerno, in questo quadro di "espansione religiosa", mantiene a lungo un ruolo centrale per l'area meridionale della penisola, sia in virtù della posizione geografica che ne fecero un centro economico primario per tutto il medioevo, sia per l'estensione del suo principato che fu, a tutti gli effetti, il primo nucleo di quello che sarebbe poi diventato il Regno di Napoli e di Sicilia.

Questo fondamentale ruolo religioso è testimoniato dalla notevole concentrazione di importanti luoghi di culto e di studio cristiano, tanto da poterla definire una città conventuale.

 

All'interno del suo tessuto urbano sussistono oltre 60 chiese, molte ormai sconsacrate e riutilizzate per attività civili, e circa 30 tra conventi e monasteri, una concentrazione unica per le dimensioni dell'abitato pre-Novecentesco, superata per densità dalla sola Napoli.

 

 

 

 

 

 

 

Chiese
Monasteri
Conventi

Copyright © 2014 www.arcansalerno.com - riproduzione vietata

Designed by E45 Creative Design Studio