Palazzo Natella
Home
ARCAN
Arte
Natura&Sport
Eventi
Vivere Salerno
Come Arrivare
Contatti
Architettura Tra Due Guerre

PALAZZO NATELLA

 

Palazzo Natella è un edificio sul Lungomare di Salerno, costruito in "stile liberty" negli anni venti del Novecento.

Il Palazzo sorge a fianco del Palazzo di Città ed il suo lotto fu acquistato, ai primi del 1900, dalla famiglia Natella. Nel 1922 Vincenzo ed Alfredo Natella presentarono al Comune il progetto dell'edificio, firmato dall'ing. Domenico Lorito.

 

Il palazzo è un edificio moderno di forma trapezoidale su sei livelli, caratterizzato da un ampio porticato, ricco di decorazioni in stucco e cemento. Sotto i portici vi sono attività di ristorazione -legate alla "movida salernitana"- dove si conservano all'interno elementi decorativi originali in stile decò.

Quando fu costruito (anni 1922-1924) divenne subito luogo di ritrovo dei salernitani abbienti, grazie ai suoi "caffè" e ristoranti.

Fu completato solo nel 1930, a conseguenza di alcuni problemi finanziari della famiglia Natella, proprietaria dell'immobile.

 

Nel 1944, quando Salerno era sede del governo italiano, ha ospitato il Ministero dell'Agricoltura ed il Ministero dei Lavori Pubblici (oltre agli uffici di collegamento con il Ministero della Marina e con il Ministero della Guerra rimasti a Brindisi), dei primi Governi dell'Italia post-fascista.

Negli anni cinquanta e sessanta il Palazzo Natella era al centro dello "struscio" pomeridiano dei giovani salernitani, avendo anche un cinema al pianterreno.

Dal 1953 al 1960 fu anche sede del comitato organizzatore del Circuito Automobilistico di Salerno, una gara automobilistica su circuito cittadino della categoria Formula 2.

Oggi sotto il bel porticato esterno sono ospitati alcuni esercizi di ristorazione molto frequentati dalla movida cittadina.

 

Indirizzo: via Roma

 

Copyright © 2014 www.arcansalerno.com - riproduzione vietata

Designed by E45 Creative Design Studio