Fontane Contemporanee
Home
ARCAN
Arte
Natura&Sport
Eventi
Vivere Salerno
Come Arrivare
Contatti
Monumenti e Fontane

LE FONTANE CONTEMPORANEE

 

Con il nuovo piano urbanistico comunale la città si arricchisce di nuovi ingressi e viali monumentali in cui diventa fondamentale l'effetto scenico, ed in tale ottica le fontane diventano uno degli strumenti scenografici fondamentali.

Diverse sono le fontane realizzate negli ultimi 20 anni, alcune di semplice abbellimento, altre vere e proprie opere monumentali dalla funzionali al riassetto urbanistico della città, come quelle di via Ligea e del Grand Hotel di seguito citate.

 

La Fontana del Tempo ovvero le Pietre di Chronos

La fontana di via Ligea, realizzata da Nadia Farina nel 1997, accoglie chi arriva e saluta chi lascia la parte ovest della città, con la sua forma circolare che accompagna gli automobilisti nel loro percorso tra la via Ligea ed il viadotto Alfonso Gatto.

Il rivestimento presenta 12 grappoli di ciottoli di argilla ceramica, levigati come pietre marine, il cui numero segna le ore di un tempo che rincorre l’uomo e dall’uomo è rincorso, nonché il trascorrere delle stagioni, simbolo dello Yin-Yang, principio e fine di ogni cosa.

Il grappolo simboleggia la prosperità e l’unione di un gruppo, di una comunità. I ciottoli ceramicati in colori che vanno dal giallo all’arancio, al blu, al verde, al viola, sono l’essenza di alcune infiorescenze e infruttescenze i cui significati parlano all’anima dell’uomo universale.

L’uva ricorda i beni divini portati sulla terra, mentre il convolvolo con il suo colore viola, rappresenta la spiritualità connessa al sangue del sacrificio:

I sassi alludono al mare la cui acqua agitata laverebbe ogni maleficio secondo alcune concezioni europee; alla pietra inoltre si attribuisce il potere di accumulare in sé l’energia della terra e di ritrasmetterla agli uomini, mentre la ceramica è insieme, lavoro della natura e dell’uomo.

Infine, ad accogliere questi grappoli nuovi, è un antico muro dipinto, a simbolo di un popolo saggio che conserva le sue memorie e guarda al futuro senza dimenticare le esigenze del presente.

 

Indirizzo: via Ligea , via Alfonso Gatto

 

Fontana Monumentale del Grand Hotel Salerno

Disegnata da Bohigas, la fontana del Grand Hotel Salerno era destinata, nelle intenzioni dell'urbanista catalano, a connettere il Lungomare con la costruenda Lungoirno attraverso un gioco scenografico e monumentale fatto di vasche a cascata ed alti zampilli che avrebbero accompagnato la passeggiata pedonale e la vista degli ospiti dell'albergo.

Vari guasti tecnici ne hanno compromesso la piena funzionalità ed è ora spenta in attesa del completamento del tratto terminale della Lungoirno e delle conseguenti modifiche strutturali e funzionali a cui è destinata.

 

Indirizzo: lungomare Clemente Tafuri

 

Fontana Largo Ambrosoli

La fontana di Largo Ambrosoli è una struttura a scomparsa, inglobata nella pavimentazione dello slargo risultante dall'abbattimento del vecchio ponte ferroviario che collegava i binari provenienti dal porto mercantile allo scalo merci ferroviario, collegamento interrotto alcuni anni fa a seguito dell'ennesimo grave incidente occorso durante l'attraversamento mattutino del lungomare cittadino.

La piazza viene intitolata a Giorgio Ambrosoli su iniziativa dell'Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno, per ricordare l'avvocato milanese assassinato su commissione di un noto membro della Loggia P2 per bloccarne le indagini su illeciti bancari.

 

Indirizzo: via Torrione, Largo Ambrosoli

Copyright © 2014 www.arcansalerno.com - riproduzione vietata

Designed by E45 Creative Design Studio