Statue del Lungomare Trieste
Home
ARCAN
Arte
Natura&Sport
Eventi
Vivere Salerno
Come Arrivare
Contatti
Monumenti e Fontane

LE STATUE DEL LUNGOMARE TRIESTE

 

Come per le altre aree realizzate sul finire del XIX secolo e la prima metà del XX, anche il lungomare cittadino presenta le sue statue monumentali.

 

Monumento al Marinaio

Il Monumento al Marinaio è posto al centro della Piazza della Concordia e fu inaugurato il 27 Febbraio del 1963 su progetto del prof. Antonio Berti.

Il monumento si presenta con una base a gradoni di forma stella marina su cui poggia una grande vasca della medesima forma. All'interno della vasca si erge un podio in pietra caratterizzato, sul fronte rivolto alla città un altorilievo. Al di sopra del podio si eleva una colonna sormontata da un capitello di tipo corinzio. L'altezza complessiva del monumento è di circai venti metri e presenta in cima una statua della madonna in bronzo dorato.

Durante gli anni novanta il basamento è stato modificato per consentire la realizzazione di un viale di ingresso al parcheggio automatizzato sito sulla stessa piazza. si è dunque operato un taglio delle punte della stella rivolte perso il mare, in seguito mascherato con la realizzazione di un setto murario ad onda.

 

Indirizzo: Piazza della Concordia

 

Monumento ai Caduti del Mare

Un altro monumento ai caduti è quello posto sul Lungomare Trieste, realizzato dall'ingegnere Arnaldo Prete ed inaugurato nel 1977 alla presenza di Mons. Gaetano Pollio, Arcivescovo Primate di Salerno.

Esteticamente si presenta come la prua di una nave su cui poggia in accosto un'ancora con catena. Il Gruppo poggia su una base ottagonale a due gradoni, raggiungibile per mezzo di uno scivolo. L'intera struttura è circondata da un'ampia aiuola circolare protetta da tredici monoliti giunti l'un l'altro da una possente catena.

 

Indirizzo: Lungomare Trieste

 

Statua ad Enrico De Marinis

Alla fine del Lungomare Trieste è posta la statua di Enrico De Marinis, politico socialista italiano.

La storia della statua comincia nel 1919 quando, all'indomani della morte del primo deputato socialista salernitano nonché uno dei primi socialisti del Mezzogiorno. Da quel momento trascorsero alcuni anni senza riuscire a raccogliere la somma necessaria alla sua realizzazione. Solo nel 1927 si riuscì a completare l'opera, realizzata su bozzetto dello scultore salernitano Gaetano Chiaromonte, ma non fu possibile posizionarla per il veto opposto dal podestà dell'epoca sicché la statua rimase nei depositi delle officine napoletane in cui era stata realizzata fino al 1942. In tale data fu trasportata di nascosto a Salerno per salvarla dalla fusione necessaria a creare munizioni. Qui rimase custodita clandestinamente in un locale di proprietà della famiglia Tafuri, membri attivi del comitato promotore nel 1919.

Dopo la fine delle ostilità fu necessario attendere fino al 15 aprile del 1951 per esporre al pubblico la statua monumentale. Il luogo prescelto era una piazzola sul lungomare alle spalle della spiaggia di Santa Teresa. Tale posizionamento fu casuale bensì un ulteriore atto di ringraziamento al De Marinis. Il deputato cavese fu, infatti, colui che riuscì dove i suoi predecessori al parlamento avevano fallito: ottenne un cospicuo finanziamento per la realizzazione delle opere di difesa della costa dalle mareggiate che periodicamente provocavano danni alle strutture cittadine poste sul fronte del mare. È grazie a tali finanziamenti che fu possibile la realizzazione del lungomare cittadino come lo conosciamo oggi.

Nei primi anni del XXI secolo la statua è stata temporaneamente rimossa dalla sua collocazione per consentire il corretto svolgimento dei lavori nella parte terminale del Lungomare.

 

Indirizzo: Lungomare Trieste

Copyright © 2014 www.arcansalerno.com - riproduzione vietata

Designed by E45 Creative Design Studio