Museo Virtuale della Scuola Medica Salernitana
Musei

MUSEO VIRTUALE DELLA SCUOLA MEDICA SALERNITANA

 

Il museo è alloggiato all'interno della Chiesa di San Gregorio, costruita nel periodo longobardo di Salerno intorno all'anno mille. Attraverso riproduzioni di documenti, miniature ed immagini fotografiche, il museo espone la storia della Scuola Medica Salernitana, specialmente nei suoi secoli di gloria (X - XIII secolo).

Vi si trovano, esposte in pannelli luminosi, le riproduzioni dei preziosi codici manoscritti e miniati di produzione medioevale della Scuola Medica Salernitana. La sezione più ricercata dai turisti è quella dove si espone il famoso Regimen Sanitatis Salernitanum, l'opera a cui è maggiormente legata la fama mondiale della Scuola Medica. Dopo una fase di ristrutturazione degli interni e della chiesa stessa che lo ospita, il 18 dicembre 2009 il museo è stato riaperto con un nuovo progetto museale ed un allestimento interattivo e multimediale, mutando in Museo Virtuale della Scuola Medica Salernitana.

 

La Chiesa di San Gregorio Magno

La chiesa, di epoca Longobarda, è stata edificata intorno all'anno mille, ed originariamente era suddivisa in tre navate. Nel settecento, allo scopo di facilitare l'accesso al vicino Palazzo Pinto, ne fu demolita un'ala fatiscente.

Nel 1857 l'Arcivescovo Marino Paglia, con la bolla Laudatissima ed vetusta ecclesia, trasferisce la parrocchia, che nel frattempo aveva assorbito il territorio della soppressa chiesa di Santa Maria della Neve a Portanova, dalla chiesa di San Gregorio Magno alla Cattedrale, di cui diviene succursale fino al 1880, quando l'Arcivescovo Valerio Laspro trasferisce definitivamente la cura delle anime alla Cattedrale.

 

L'edificio si presenta con un portale molto semplice, con stipiti lisci sormontati da un architrave in marmo finemente scolpita, probabilmente materiale di reimpiego proveniente da altro sito. In alto sulla destra del timpano triangolare sorge il piccolo campanile a vela. L'interno è a pianta rettangolare a navata unica coperta da una volta a botte. Le murature laterali sono scandite da ampi archi e da due di questi, posti sul lato sinistro, si accede ad altri due ambienti, uno con volta a botte e l'altro con volta a crociera. Addossata alla parete del presbiterio è una edicola a nicchia semicircolare, delimitata lateralmente da due lesene con capitelli dorici e sormontata da un timpano curvilineo spezzato e finestrato.

 

Originariamente sulla controfacciata della chiesa era sita una lapide in arenaria, attualmente custodita presso il Museo Diocesano, in cui si testimoniava un importante lavoro di restauro, ordinato dal duca normanno Ruggero II, avvenuto nel 1176 .

 

APERTURA

Giorni di apertura: dal Martedì alla Domenica (chiuso il Lunedì)

Orario di apertura: 9.30 - 13.00 (dal Martedì al Mercoledì) | 9.30 - 13.00 / 17.00 - 20.00 (dal Giovedì al Sabato) | 10.00 - 13.00 (Domenica)

Orario di apertura estivo: 8.30 - 19.00 (dal Martedì al Sabato) | 9.00 - 19.00 (Domenica)

Ingresso: € 3,00 (intero) | € 2,00 (ridotto)

 

Indirizzo: Chiesa di San Gregorio - via dei Mercanti, 74 | tel. 089 257 6126 |

email: www.museovirtualescuolamedicasalernitana.beniculturali.it | web: www.museovirtualescuolamedicasalernitana.beniculturali.it

Copyright © 2014 www.arcansalerno.com - riproduzione vietata

Designed by E45 Creative Design Studio