Giardini del Carmine
Giardini

GIARDINI DEL CARMINE

 

L’asse via Carmine-via dei Principati che collega il popoloso rione alto del Carmine con la città bassa è, oltre che importante centro commerciale, un contenitore di elementi urbani di grande rilievo.

 

I Giardini di Piazza San Francesco d'Assisi

Tra questi emergono con forza gli storici giardini di Piazza San Francesco, un’area verde, di forma rettangolare, realizzata agli inizi del novecento al centro tra il monumentale complesso scolastico del Liceo Ginnasio Torquato Tasso, il complesso conventuale dei Cappuccini e diversi edifici di buon valore architettonico realizzati nel ventennio fascista.

 

I giardini, composti da aiuole ricche di vegetazione, si sviluppano intorno all’originale fontana dedicata al Cantico delle Creature, opera realizzata a metà del '900

dal M° calabrese Giuseppe Romano su cui svetta la figura stilizzata del Santo nell’atto di richiamare a se la natura. L’area è il fulcro della socializzazione per gli abitanti giovani e anziani del quartiere e, da qualche anno, è il punto di incontro preferito delle comunità immigrate in città soprattutto dai paesi dell’Est europeo.

 

Indirizzo: via Carmine; via Vincenzo Pellecchia

 

I Giardini di via San Giovanni Bosco

Non lontani da Piazza San Francesco, procedendo verso l’area nord della città, sono i giardini di via San Giovanni Bosco, realizzati nel 2010 ai piedi dell’omonimo Oratorio. Questi giardini rappresentano una svolta fondamentale per l’area poiché vanno a colorire un quartiere che, nei decenni del dopoguerra, è stato notevolmente compromesso dall’edificazione selvaggia. I giardini sono semplici nella composizione, con belle alberature affiancate da un sobrio arredo urbano.

 

Indirizzo: via San Giovanni Bosco; via Pietro Musandino

 

I Giardini di via Lanzalone-Manganario

Nell'ambito della riqualificazione viaria delle vie Lanzalone e Manganario, nella parte alta del rione Carmine, nel 2011 sono stati realizzati quelli che vengono definiti giardini verticali: una serie di giardinetti riccamente decorati da varie essenze arboree, realizzati al posto di una murata di contenimento posta tra le due citate strade.

Per la realizzazione delle opere sono stati utilizzati materiali di ultima generazione. In particolare un asfalto dalle alte qualità di assorbimento dei rumori e dello smog, che consente un deciso abbattimento dei fattori d'inquinamento acustico ed ambientale, nonché soluzioni botaniche sperimentali per aumentare la dotazione verticale di verde pubblico urbano.

I lavori hanno permesso anche la realizzazione di scale e rampe di superamento il notevole dislivello presente tra i due assi viari.

 

Indirizzo: via Lanzalone; via Manganario

Copyright © 2014 www.arcansalerno.com - riproduzione vietata

Designed by E45 Creative Design Studio